Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sulle nostre campagne promozionali e sull'uso dei nostri servizi da parte dell’utenza, per farti visualizzare contenuti pubblicitari in linea con le tue preferenze ed esigenze, questo sito usa cookie anche di terze parti. Chi sceglie di chiudere questo banner o di proseguire nella navigazione cliccando al di fuori di esso esprime il consenso all'uso dei cookie. Per saperne di più o per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie Policy

Domande e risposte

Stampa

Che cos'è l'obesità?

Pubblicato in Domande e risposte

D: Che cos'è l'obesità?

R: Nel corpo umano il tessuto adiposo (cellule adipose o adipociti) costituisce una riserva energetica che si deposita in attesa di essere utilizzato: dovrebbe costituire, a seconda dell’età e del sesso, il 20-25% del peso corporeo. Nell’obeso si riscontra un patologico accumulo di grasso dovuto ad alterazione del bilancio energetico con alterazione del rapporto assunzione - utilizzo del deposito delle sostanze nutritive. Tale alterazione è legata a fattori genetici e ambientali; spesso l’obeso viene ingiustamente colpevolizzato o addirittura emarginato a causa della sua forma corporea.

Stampa

Che cosa è l’Indice di Massa Corporea (BMI) e come si calcola?

Pubblicato in Domande e risposte

D: Che cosa è l’Indice di Massa Corporea (BMI) e come si calcola?


R: La condizione di obesità e l’eccesso di peso sono valutabili in diversi modi. Quello più utilizzato nella pratica clinica e riconosciuto dall’OMS - Organizzazione Mondiale della Sanità, è costituito dalla valutazione del Body Mass Index (BMI), un sistema dato dal risultato del rapporto tra il peso corporeo in chilogrammi e il quadrato dell’altezza in metri. In internet si trovano diversi programmi, molto semplici, che, inserendo in una tabella la propria altezza e il proprio peso, permettono di calcolare il proprio BMI.

Stampa

Come sappiamo quando siamo sovrappeso o obesi?

Pubblicato in Domande e risposte

D: Come sappiamo quando siamo sovrappeso o obesi?


R: Il Body Mass Index (BMI) è oggi riconosciuto come il parametro cui fare riferimento: i valori da tener presenti sono: Normopeso: BMI 18.5-24.9 - Sovrappeso: BMI 24.9-29.9 - Obesità I grado: BMI 30- 34.9 – Obesità di II grado: 35-39.9 - Obesità di III grado: BMI 40-49.9 – Superobesità: da BMI 50 in su.

Stampa

Come si combatte l’obesità?

Pubblicato in Domande e risposte

D: Come si combatte l’obesità?


R: Come per molte malattie, il primo passo per combattere l’obesità è la prevenzione e il cambiamento del proprio stile di vita: una dieta sana ed equilibrata e attività fisica adeguata, almeno 30-40 minuti al giorno di attività aerobica (camminata intensa, bicicletta o simili: durante l’attività si dovrebbe aumentare la propria frequenza cardiaca di circa il 60-70%, cioè passare da un polso di 80 battiti al minuto ad uno di 130-140 battiti o, più semplicemente, si dovrebbe essere in grado di parlare ma non di cantare).
L’alimentazione gioca infatti un ruolo importante nella salute della persona: l’eccesso di calorie è causa di una serie di patologie, da quelle cardiovascolari al diabete. Non è la dieta ma l’educazione alimentare che salva dal sovrappeso o, peggio, dall’obesità.

Stampa

Esiste una relazione tra obesità e tumori?

Pubblicato in Domande e risposte

D: Esiste una relazione tra obesità e tumori?


D: Purtroppo sì. Il tessuto adiposo produce molti ormoni e alcuni organi umani sono sensibili all'eccesso di questi ormoni: ne deriva una maggiore incidenza di tumori a carico di mammella, endometrio e prostata. Non bisogna dimenticare inoltre che l'obesità provoca uno stato infiammatorio in tutto il corpo umano e l'infiammazione è anch'essa alla base di malattie cardiovascolari e tumori.

L'OSPEDALE

Ospedale polispecialistico a Bergamo con aree specializzate per la cura di malattie cardiovascolari, tumorali, ortopediche e legate all’obesità con un centro diagnostico all’avanguardia

Campagne di prevenzione

"ComunicAnimare la salute", un innovativo progetto di promozione della salute in collaborazione con Bruno Bozzetto.

L'UNIVERSITA'

Humanitas Gavazzeni pone particolare attenzione verso le attività di didattica, formazione e ricerca.