Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sulle nostre campagne promozionali e sull'uso dei nostri servizi da parte dell’utenza, per farti visualizzare contenuti pubblicitari in linea con le tue preferenze ed esigenze, questo sito usa cookie anche di terze parti. Chi sceglie di chiudere questo banner o di proseguire nella navigazione cliccando al di fuori di esso esprime il consenso all'uso dei cookie. Per saperne di più o per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie Policy
Stampa

La salute dei denti non va trascurata nemmeno in spiaggia

Pubblicato in Cure e trattamenti il .


Le vacanze rilassano mente e corpo ma, a volte, ad andarci di mezzo può essere la salute dei nostri denti. Quanti si ricordano di lavarli dopo un pranzo in spiaggia?

 

«La soluzione è semplice: basta munirsi di un kit da viaggio con spazzolino e dentifricio, reperibile sia in farmacia che al supermercato – consiglia Luigi Pellegrino, responsabile del Centro Odontoiatrico di Humanitas Gavazzeni Bergamo –. Chi ha l’apparecchio deve fare invece un po’ più d’attenzione e ricordarsi di mettere in valigia tutto il necessario per la pulizia oltre alle custodie per gli apparecchi mobili o per il bite per il bruxismo. Perché è importante ricordarsi dell’igiene orale anche fuori casa. Bisogna sempre lavare i denti dopo ogni pasto e sarebbe meglio usare anche colluttorio e filo interdentale. Se poi ci si dimentica lo spazzolino in hotel, per arginare il danno si può fare attenzione a ciò che si mangia e preferire verdure crude e cibi meno cariogeni».

In vacanza l’alimentazione cambia

L’alimentazione è una delle prime cose che cambiano in vacanza: aumenta il consumo di sostanze a base di zucchero, dai succhi di frutta alle bibite, di cibi o bevande fredde, compresi i gelati, e anche quello di alcolici.

«Più zuccheri possono comportare un aumento dell’incidenza di patologie come la carie, i cui disturbi vengono amplificati dall’assunzione di bevande ghiacciate a causa di una maggiore sensibilità dentale – aggiunge il dottor Pellegrino –. Se poi ci si concede anche qualche alcolico in più rispetto al normale, allora si potrebbe incorrere in qualche irritazione alle gengive».

I kit di pronto soccorso per i denti

E se in vacanza si scelgono escursioni o passeggiate, meglio essere pronti a far fronte anche a qualche piccolo incidente.

 

«Una caduta, un colpo al volto: meglio avere sempre con sé un antidolorifico per attenuare il dolore e, se necessario, recarsi dal dentista. Lo stesso consiglio va a coloro che viaggiano in aereo: gli sbalzi di pressione possono infatti risvegliare infiammazioni gengivali o alla polpa che si manifestano con forti dolori e, anche se si tratta di un dolore temporaneo, può essere molto fastidioso e attenuabile solo un antinfiammatorio o risciacqui con un collutorio a base di clorexidina – spiega il responsabile del Centro Odontoiatrico –. Chi ha protesi fisse come capsule o ponti, oltre agli antidolorifici, può procurarsi un kit per ricementare la protesi in caso di distacco: sono prodotti che si trovano facilmente in farmacia e sono un metodo fai-da-te per tamponare il danno prima della visita specialistica».

 

Della serie “meglio prevenire che curare”, è consigliabile una visita dal dentista almeno due o tre settimane prima della partenza per accertare le condizioni di salute della bocca, controllare otturazioni, protesi o apparecchio e verificare che non ci siano patologie latenti.

 

 

Articolo pubblicato sul quotidiano “L’Eco di Bergamo” il giorno 16 luglio 2017.

L'OSPEDALE

Ospedale polispecialistico a Bergamo con aree specializzate per la cura di malattie cardiovascolari, tumorali, ortopediche e legate all’obesità con un centro diagnostico all’avanguardia

Campagne di prevenzione

"ComunicAnimare la salute", un innovativo progetto di promozione della salute in collaborazione con Bruno Bozzetto.

L'UNIVERSITA'

Humanitas Gavazzeni pone particolare attenzione verso le attività di didattica, formazione e ricerca.