Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sulle nostre campagne promozionali e sull'uso dei nostri servizi da parte dell’utenza, per farti visualizzare contenuti pubblicitari in linea con le tue preferenze ed esigenze, questo sito usa cookie anche di terze parti. Chi sceglie di chiudere questo banner o di proseguire nella navigazione cliccando al di fuori di esso esprime il consenso all'uso dei cookie. Per saperne di più o per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie Policy
Stampa

Fratture

Pubblicato in Primo soccorso


Che cos’è una frattura?

La frattura è l’interruzione della continuità di un osso che si verifica nella maggior parte delle volte a causa di un trauma, spesso di una caduta.

 

Le fratture vengono suddivise in:

  • fratture composte, quando le due estremità dell’osso che si è rotto si mantengono nella loro sede anatomica
  • fratture scomposte, quando le estremità dell’osso rotto si disallineano ed escono dalla loro sede naturale
  • fratture esposte, quando l’osso rotto lacera e fuoriesce dalla cute.

 

Si parla di frattura diretta quando l’osso che si rompe è localizzato nella zona del corpo che ha subito il trauma, di frattura indiretta quando la frattura si verifica in una parte del corpo distante dal punto interessato dall’impatto.

Quali sintomi possono essere associati a una frattura?

Alla frattura di un osso si associano in genere vari sintomi, tra cui: tumefazione, dolore, incapacità di mantenere i movimenti, deformazione dell’area interessata dalla frattura

Che cosa bisogna fare in caso di frattura?

Se la frattura non è esposta bisogna cercare di immobilizzare quanto più l’arto e recarsi o farsi portare al pronto soccorso. Potrà essere utile applicare una doppia fasciatura sulle parti superiore e inferiore della zona fratturata, lasciando libera la parte interessata dalla frattura. La fasciatura ha il compito di impedire i movimenti ma deve essere tale da non interrompere la circolazione del sangue, per cui non dovrà essere troppo stretta.

 

Se chi ha subito la frattura non ha la possibilità di muoversi, o ancor più in presenza di sospette fratture toraciche o vertebrali, è necessario chiamare al più presto i soccorsi.

 

I soccorsi devono essere chiamati anche quando la frattura è esposta: in attesa è bene medicare la ferita e coprirla delicatamente con garze sterili.

Che cosa non bisogna fare in caso di frattura?

In caso di frattura non bisogna tentare di sistemare l’arto che si è deformato a causa della rottura dell’osso, né bisogna massaggiare l’area interessata dalla frattura.

 

Se la vittima della frattura mostra difficoltà di movimento, soprattutto se a causa di sospette fratture toraciche o vertebrali, non bisogna cercare di muoverla a tutti i costi.

 

Se sorge l’esigenza di togliere gli indumenti della persona che ha subito la frattura, in caso di difficoltà a rimuoverli è meglio procedere con il taglio degli stessi.

 

 

Importante avvertenza

Le informazioni di questa scheda forniscono semplici suggerimenti utili a tenere sotto controllo la situazione in attesa dei soccorsi e non sono in nessun caso da considerarsi interventi che possano sostituire l’intervento degli operatori di primo soccorso.

 

L'OSPEDALE

Ospedale polispecialistico a Bergamo con aree specializzate per la cura di malattie cardiovascolari, tumorali, ortopediche e legate all’obesità con un centro diagnostico all’avanguardia

Campagne di prevenzione

"ComunicAnimare la salute", un innovativo progetto di promozione della salute in collaborazione con Bruno Bozzetto.

L'UNIVERSITA'

Humanitas Gavazzeni pone particolare attenzione verso le attività di didattica, formazione e ricerca.