Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sulle nostre campagne promozionali e sull'uso dei nostri servizi da parte dell’utenza, per farti visualizzare contenuti pubblicitari in linea con le tue preferenze ed esigenze, questo sito usa cookie anche di terze parti. Chi sceglie di chiudere questo banner o di proseguire nella navigazione cliccando al di fuori di esso esprime il consenso all'uso dei cookie. Per saperne di più o per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie Policy
Stampa

Neurologia

Pubblicato in Unita' operative

Responsabile Dr.ssa Paola Merlo

Attività clinica


Attività dell'Unità Operativa di Neurologia

L'Unità Operativa di Neurologia di Humanitas Gavazzeni Bergamo svolge attività clinica e diagnostica nei vari settori della Neurologia a livello prevalentemente ambulatoriale e in regime di ricovero privato, e si occupa principalmente delle problematiche relative alla patologia del Sistema Nervoso Centrale, con particolare attenzione alla patologia neurodegenerativa vascolare mirata allo studio delle Cefalee e della circolazione encefalica.

 

La Neurologia collabora con le altre Unità Operative della Struttura.

 

Nell’ambito dell’attività sono attivi ambulatori che rivestono rilievo di eccellenza per alcune patologie fra cui il “Centro Cefalee”, polo di riferimento in Lombardia della Società Italiana per lo Studio delle Cefalee – SISC. In questo ambito sono operativi anche ambulatori specifici dedicati alle donne.

 

Il Centro U.V.A. (Unità Valutativa Alzheimer) svolge un’attività mirata alla valutazione dei disturbi cognitivi nell’ambito della patologia neurodegenerativa e delle demenze.

 

A tal proposito è operativo il Laboratorio di Neuropsicologia dove vengono effettuati i test di valutazione standardizzati secondo le linee guida nazionali, atti a individuare le fasi precoci del deterioramento cognitivo fino alla diagnosi di demenza a varia eziologia. Sono anche attivi ambulatori specialistici mirati al disturbo cognitivo e al disturbo della memoria nei soggetti più giovani che rivestono ruoli lavorativi di responsabilità.

 

Sempre in ambito ambulatoriale viene svolta l’attività strumentale neurofisiologica completa con esecuzione di esami quali Elettromiografia, Elettroencefalogramma e Potenziali Evocati Somatosensitivi.

 

Vedi anche tutti gli esami di Neurologia.

 

Centro Cefalee


Centro Cefalee

Nell’ambito della UO di Neurologia è operativo un Centro Cefalee per la cura e la diagnosi delle cefalee, sezione certificata  e riconosciuta dalla Società Italiana siscper lo Studio delle Cefalee –SISC.

 

La valutazione neurologica permette il riconoscimento immediato dei quadri tipici di cefalea (le principali forme di cefalea primaria e i più comuni quadri “sindromici” di cefalea secondaria), oltre alla valutazione sulla eventuale necessità di ulteriori accertamenti e osservazioni nell’ambito di un percorso diagnostico più complesso per alcune forme più complicate.

 

Nell’ambito del Centro Cefalee è poi operativo un ambulatorio “Donna Cefalea”. La rilevanza di questo argomento, infatti richiede la definizione di una condotta comune di gestione tra neurologi spesso in collaborazione con ginecologi ed endocrinologi. L’obiettivo è fornire una valutazione alle donne che soffrono di mal di testa offrendo trattamenti non necessariamente farmacologici, riservando una particolare attenzione al ruolo svolto dagli ormoni e alle loro implicazioni.

Amb. di psicodiagnostica


Ambulatorio di psicodiagnostica

L’ambulatorio di psicodiagnostica, attraverso l’esecuzione di test composti da diversi strumenti, permette un inquadramento della personalità e l’individuazione della presenza di eventuali disturbi affettivi.

 

Gli strumenti utilizzati dall’ambulatorio di psicodiagnostica sono:
- Test di Rorschach con siglatura secondo il Comprehensive System di Exner
- Questionario Minnesota Multiphasic Personality Inventory-2
- Scala per la valutazione della depressione Beck Depression Inventory
- Scala per la valutazione dell’ansia State Trait Anxiety Scale
- Scala per la valutazione dello stress percepito Perceived Stress Scale
- Scala per la valutazione dei sintomi Simptom Checklist-90

A cosa serve l’ambulatorio di psicodiagnostica

L’ambulatorio di psicodiagnostica serve a individuare la possibile presenza di disturbi psicologici (ad esempio ansia, depressione o disturbi di personalità) che possono essere causa di somatizzazioni con manifestazioni di disturbi fisici, quali la cefalea negli adulti, o essere posti in diagnosi differenziale con le demenze nella popolazione generale.

Come si svolge l'incontro dell’ambulatorio di psicodiagnostica

La prestazione presso l’ambulatorio di psicodiagnostica prevede lo svolgimento di 2 incontri:

  • Primo incontro: breve raccolta anamnestica, somministrazione della scala Beck Depression Inventory (BDI), somministrazione della scala State Trait Anxiety Inventory, somministrazione della scala Perceived Stress Scale, somministrazione del questionario SCL-90, somministrazione test proiettivo di Rorschach, consegna del protocollo del Minnesota Multiphasic Personality Inventory-2 (MMPI-2);
  • Secondo incontro: restituzione al paziente dei risultati ottenuti (a distanza di due settimane dal primo incontro)


Quanto dura l’incontro nell’ambulatorio di psicodiagnostica

L’incontro nell’ambulatorio di psicodiagnostica ha una durata di circa 1 ora e 30 minuti.


Controindicazioni all'ambulatorio di psicodiagnostica

L'incontro nell'ambulatorio di psicodiagnostica non ha controindicazioni.


Norme di preparazione

L'incontro nell'ambulatorio di psicodiagnostica non richiede particolari preparazioni.

 




Amb. Sonno

All’interno dell’Unità Operativa di Neurologia è stato attivato un Ambulatorio specifico per la Patologia del sonno.

Obiettivo dell’Ambulatorio è intervenire sulla regolamentazione del sonno al fine di  realizzare il benessere completo della persona. Capire la natura del disturbo che causa un mancato riposo è infatti fondamentale per poter individuare la terapia adeguata.



Per maggiori informazioni vedere la pagina dedicata dell'Ambulatorio per la Patologia del sonno.

Amb. Epilessia

Che cosa è l'ambulatorio per l'epilessia

All’interno dell’Unità Operativa di Neurologia è attivo un Ambulatorio specifico per l’Epilessia. Secondo una recente ricerca, in Italia il numero degli epilettici è di circa 600.000, quasi l’1% della popolazione.

 

Epilessia è un termine generico che indica un insieme di quadri morbosi caratterizzati da sintomi clinici molto particolari. Si distinguono quadri in cui il dato fondamentale è la perdita di coscienza accompagnata da sintomi motori quali caduta a terra con urlo, bava alla bocca, ipertono e clonie agli arti, da altri in cui il sintomo può essere molto più sfuggente quale un breve stato confusionale o solo una serie di piccoli movimenti involontari a un arto.

 

Il dato fondamentale è che oggi l’epilessia è curabile. Nel 60% dei casi è guaribile; nell’80% dei casi è curabile.

 

Esiste un 20% di casi che sono tuttavia farmacoresistenti cioè, nonostante la somministrazione di terapia adeguata, il paziente continua ad avere crisi. Per essi esistono terapie anche non farmacologiche.

A che cosa serve l'ambulatorio per l'epilessia

Obiettivo dell’Ambulatorio è la diagnosi di epilessia. Come già detto esistono più forme di epilessia quali epilessia generalizzata di "grande male" o di "piccolo male", epilessia parziale, epilessia con encefalopatia, epilessia criptogenetica, epilessia da causa nota (post-traumatica, da tumore cerebrale, post ictus, da cause connatali, ecc).

 

Per tutte queste forme esistono molte possibilità terapeutiche: da quelle farmacologiche a quelle chirurgiche fino alla possibilità di impianto di un elettrodo che consenta il controllo delle crisi.

 

Importante dal punto di vista clinico è inoltre un altro fattore: distinguere le crisi epilettiche secondarie a una malattia in corso da quelle della malattia epilettica vera e propria.

 

L’Ambulatorio si rivolge a soggetti con crisi epilettiche a partire dai 12 anni.

Le forme di epilessia più frequenti

  • Epilessie generalizzate (grande male, piccolo male)
  • epilessie parziali
  • epilessie critogenetiche
  • epilessie secondarie a malattie sistemiche.

Come si svolge la visita nell'ambulatorio per l'epilessia

Sono previste due fasi cliniche ambulatoriali e una strumentale.

 

La prima fase clinica prevede una visita della durata di circa 30 minuti e comprende: visita neurologica con raccolta dell’anamnesi, esame obiettivo neurologico, che permetta l’orientamento diagnostico, che può richiedere più interventi (fase strumentale) quali:

  • elettroencefalogramma G standard
  • elettroencefalogramma deprivato di sonno
  • elettroencefalogramma durante sonno
  • elettroencefalogramma della durata di 24 ore in quanto il sonno notturno fisiologico facilita la compara delle anomalie e delle crisi epilettiche in molti casi.
  • risonanza magnetica nucleare cerebrale senza mezzo di contrasto
  • dosaggio dei farmaci antiepilettici.

 

La seconda fase clinica prevede la formulazione della diagnosi, la messa in atto della terapia più congrua e la programmazione dei controlli.

Controindicazioni alla visita nell'ambulatorio per l'epilessia

L'esecuzione della visita nell'Ambulatorio per l'epilessia non presenta controindicazioni.

Norme di preparazione alla visita nell'Ambulatorio per l'epilessia

Non sono richieste particolari preparazioni per la visita nell'Ambulatorio per l'epilessia.

 

Per l’esecuzione dei vari elettroencefalogrammi le raccomandazioni saranno indicate di volta in volta.

 

 

Equipe

Equipe dell'Unità Operativa di Neurologia

Paola Merlo - Responsabile Neurologia


Medici:

Alessandra Mandelli
Natascia Beretta
Daniela Rossi
Emilio Ubiali


Alice Terzi (neuropsicologa)
Imma Ferraiuolo (tecnico di neurofisiopatologia)

 

Clinche Gavazzeni spa- Via Mauro Gavazzeni, 21 - 24125 Bergamo

L'OSPEDALE

Ospedale polispecialistico a Bergamo con aree specializzate per la cura di malattie cardiovascolari, tumorali, ortopediche e legate all’obesità con un centro diagnostico all’avanguardia

Campagne di prevenzione

"ComunicAnimare la salute", un innovativo progetto di promozione della salute in collaborazione con Bruno Bozzetto.

L'UNIVERSITA'

Humanitas Gavazzeni pone particolare attenzione verso le attività di didattica, formazione e ricerca.